Rilascio certificati ed estratti di stato civile

I certificati di stato civile attestano quei dati che si possono desumere dai registri di stato civile. Essi, pertanto, possono essere rilasciati se gli atti di stato civile dei relativi eventi (nascita, matrimonio, morte) sono registrati presso il Comune di Fucecchio. 

  1. Certificati di nascita (da cui risulta luogo e data di nascita), matrimonio (da cui risulta luogo e data di matrimonio) e morte (da cui risulta luogo e data di morte).
  2. Certificati plurilingue di nascita, matrimonio, morte. 
  3. Estratti per copia integrale dell’atto di nascita, matrimonio, morte. 
  4. Estratto per riassunto dell’atto di nascita (con i dati del certificato di nascita completati da eventuali annotazioni. A richiesta, ai sensi dell’articolo 3 del DPR 432/1957, per l’esercizio di doveri o di diritti derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione, si possono indicare anche paternità e maternità); matrimonio (con i dati del certificato di matrimonio completati da eventuali annotazioni) e morte (con i dati del certificato di morte completato da eventuali annotazioni). 

I certificati e gli estratti di stato civile, nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, gli esercenti di pubblici servizi ed i privati che vi consentono, possono essere sostituiti da autocertificazione.
Le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di acquisire d’ufficio i certificati, gli estratti e le copie integrali degli atti di stato civile occorrenti per procedimenti di loro competenza e per motivi inerenti alle proprie finalità istituzionali. Quindi, in linea di massima, tali documenti potranno essere richiesti dal cittadino soltanto nei rapporti tra privati o nell’ambito dell’attività giudiziaria.

Requisiti:

Chiunque può chiedere certificazioni ed estratti di stato civile (privi dell’indicazione della maternità e della paternità) purché sia in possesso dei dati esatti a cui il certificato richiesto si riferisce. 
Gli estratti per riassunto di atti di nascita di stato civile con l’indicazione di paternità e maternità e gli estratti di nascita plurilingue (i quali contengono l’indicazione della paternità e della maternità) possono essere rilasciati solo all’interessato, o nel caso di minore, su istanza dei genitori, per l’esercizio di doveri o di diritti derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione (legge 1064/1955 e DPR 432/1957, art.3). 
Il rilascio di estratti per copia integrale di stato civile è consentito solo ai soggetti cui l’atto si riferisce, oppure su motivata istanza comprovante l’interesse personale e concreto del richiedente a fini di tutela di una situazione giuridicamente rilevante, ovvero decorsi settanta anni dalla formazione dell’atto.

Come fare la richiesta:

I certificati si richiedono all'Ufficio Anagrafe

  • personalmente;
  • per posta ordinaria (allegando alla richiesta sottoscritta la copia di un documento d'identità del richiedente e una busta già affrancata con l'indirizzo del destinatario per la risposta);
  • per posta elettronica (allegando alla richiesta sottoscritta copia di un documento d'identità del richiedente. La fotocopia del documento di identità non è necessaria se la richiesta viene inoltrata con una delle modalità previste dall’art. 65 del D. Lgs. 82/2005 come firma digitale, firma elettronica ecc;
  • per PEC (allegando alla richiesta sottoscritta copia di un documento d'identità del richiedente. La fotocopia del documento di identità non è necessaria se la richiesta viene inoltrata con una delle modalità previste dall’art. 65 del D. Lgs. 82/2005 come firma digitale, firma elettronica ecc.).

Si raccomanda: 

  • in caso di invio per posta o per e-mail, di firmare le richieste inviate e di trasmettere copie dei documenti di identità leggibili; 
  • di indicare un numero di telefono per eventuali richieste di chiarimenti. 

I documenti richiesti a mezzo posta elettronica e PEC vengono restituiti al richiedente con lo stesso mezzo.

Costi/Tariffe:

Nessuno. I certificati, le copie e gli estratti desunti dai registri dello Stato civile e le corrispondenti dichiarazioni sostitutive sono esenti dall’imposta di bollo.