Premio Cardini, una grande festa di popolo per la premiazione delle Contrade vincitrici

Un momento della premiazione

Una grande festa con i colori delle 12 Contrade all'interno del teatro Pacini ma anche all'esterno dove era stato allestito un maxischermo in Piazza Montanelli. E' quella andata in scena mercoledì 22 giugno a Fucecchio in occasione della consegna dei riconoscimenti del Premio "Tommaso Cardini", intitolato al presidente dei Donatori di sangue - Fratres che all'inizio degli anno '80 riportò in auge il Palio di Fucecchio.

Sei i premi assegnati per altrettante categorie: miglior soggetto e sceneggiatura alla Contrada Massarella, miglior personaggio maschile ex aequo alla Contrada Sant'Andrea (il cardinale) e alla Contrada Ferruzza (banditore che legge il rotolo), miglior personaggio femminile alla Contrada Cappiano (Bia de Medici), miglior coppia alla Contrada Cappiano (Cosimo I e Papa Pio), miglior gruppo musici alla Contrada Massarella e miglior gruppo sbandieratori alla Contrada Botteghe.
A stabilire i vincitori è stata una giuria composta da esperti e docenti universitari di storia del costume, rappresentati al teatro Pacini dal medievista ed esperto di araldica Riccardo Mugellini. Nel corso degli anni la giuria è riuscita, attraverso suggerimenti e indicazioni, a sostenere il lavoro delle Contrade nella ricerca dei temi e nella realizzazione dei costumi apportando così un notevole contributo al miglioramento della sfilata storica. Oltre a Mugellini, la giuria è composta da Luciano Artusi, studioso e divulgatore della storia fiorentina e toscana recentemente insignito anche del Pegaso d'Oro dalla Regione Toscana, Bruna Niccoli, Dottore di ricerca in Storia dell’arte e discipline dello spettacolo, e da Samuele Magri docente di Storia dell'Arte e Storia della Moda per l'Università di Firenze e per istituzioni private.

Prima della consegna dei riconoscimenti un momento particolare, con un premio assegnato al gruppo Donatori di sangue - Fratres di Fucecchio in ricordo del presidente Tommaso Cardini a cui nel 2006 l'allora assessore alla cultura Riccardo Cardellicchio decise di intitolare il premio.

"Il premio “Tommaso Cardini “ - spiega l'assessore alla cultura e al Palio Daniele Cei – in questi anni è cresciuto di pari passo con la manifestazione arrivando ad annoverare nella propria giuria persone di grandissima competenza che hanno contribuito ad elevare la qualità della sfilata storica con i 1200 figuranti in costume. Il format che abbiamo scelto, permette di valorizzare non solo i vincitori ma l'intera sfilata, che viene valorizzata grazie ai video e ai commenti tecnici degli esperti. Questo premio rende merito al lavoro delle Contrade e rappresenta un eccezionale veicolo di promozione del Palio di Fucecchio, anche in chiave turistica, e per questo motivo nei prossimi anni intendiamo valorizzarlo sempre di più”.