Disinfestazione e derattizzazione su aree pubbliche

Sulla base di segnalazioni di cittadini o pubbliche autorità, il Servizio Ambiente richiede l’intervento della ditta specializzata per la disinfestazione o derattizzazione su aree o edifici pubblici. Il Comune non effettua interventi su aree private. 

Il Comune di Fucecchio ha definito la seguente pianificazione per l’anno 2018 di interventi antilarvali per combattere la zanzara tigre, di derattizzazione e di contenimento dei piccioni.

Zanzara tigre

  • A partire dal mese di aprile, secondo uno specifico calendario (7/10 aprile, 6/9 maggio, 3/6 giugno, 8/11 luglio, 5/8 agosto, 3/6 settembre, 7/10 ottobre, 4/7 novembre, 2/5 dicembre), interventi antilarvali con trattamento di tutte le caditoie stradali con un prodotto biologico specifico non dannoso per l'ambiente, composto dall'associazione tra Bacillus sphaericus e Bacillus thuringiesnis var. isralelensis che agisce per ingestione esclusivamente sulle larve di zanzare e non sugli altri organismi presenti in ambiente acquatico (stesso prodotto oggetto di sperimentazione lo scorso anno). 
  • Ampliamento della campagna informativa sui corretti comportamenti da tenere per evitare di favorire la proliferazione delle zanzare. 
  • Nel mese di maggio, due riunioni con la cittadinanza e distribuzione nelle scuole elementari e medie di cd-rom informativi che, attraverso un cartone animato, spiegano come prevenire e proteggersi dalla zanzara tigre. 
  • Sperimentazione nei campi estivi di trappole per il monitoraggio e la cattura delle femmine adulte di zanzara urbana e tigre impiegate in combinazione con un potente attrattivo artificiale che simula l'odore del corpo umano. 
  • Sulle aree verdi, prima dell'inizio di eventi e manifestazioni estive, disinfestazioni adulticide circoscritte alle sedi degli eventi.

Topi

  • Attivazione sul territorio comunale di 155 postazioni monitorate mensilmente secondo uno specifico calendario (7/10 febbraio, 6/9 marzo, 7/10 aprile, 6/9 maggio, 3/6 giugno, 8/11 luglio, 5/8 agosto, 3/6 settembre, 7/10 ottobre, 4/7 novembre, 2/5 dicembre). In particolare, rifornimento di esche biocide nel mese di febbraio, monitoraggio nel mese di marzo, eliminazione delle esche tossiche dalle postazioni non visitate e sostituzione con esche non tossiche nel mese di aprile, monitoraggio al fine di introdurre nuove esche tossiche laddove necessario nel mese di maggio. Questo nuovo sistema di monitoraggio permette di ridurre l'intossicazione secondaria di altri animali non bersaglio. 
    I servizi di monitoraggio e controllo delle postazioni fisse da quest'anno saranno registrati anche su un sistema informatizzato per permettere la memorizzazione del risultato del monitoraggio e la relativa archiviazione. La gestione delle postazioni sarà inoltre regolata dalle nuove indicazioni riportate sui prodotti rodenticidi, che vietano il loro impiego in maniera permanente.
  • Introduzione di trappole innovative in alcuni edifici di proprietà comunale che permettono l'eliminazione dei topi con una scossa ad alta tensione che causa minori sofferenze ed evita l'utilizzo di veleno. 
  • Nei mesi di luglio e dicembre, derattizzazione straordinaria della rete fognaria del centro storico. 
  • Nel mese di marzo elaborazione di uno studio e di una mappatura, a cura della ditta incaricata, di tutte le aree che potrebbero essere focolai di sviluppo di roditori in aree private.

Piccioni

Sperimentazione, su un edificio di proprietà comunale, degli innovativi dispositivi di dissuasione ottica e olfattiva, innocui ma in grado di allontanare i piccioni. Si tratta di un gel che, per un'illusione ottica, appare agli uccelli come una fiamma accesa. La deterrenza visiva è ulteriormente rinforzata da selezionati oli naturali che sono ripugnanti all'olfatto e al gusto degli uccelli. Il prodotto è stato sperimentato con buoni esiti sui monumenti di altre città toscane. 

Come fare la richiesta:

La segnalazione può avvenire in forma scritta, verbale o telefonica.
È necessario fornire il proprio nome, la residenza e possibilmente un recapito telefonico.
Nella segnalazione va specificata l’area interessata, oltre ad una sommaria descrizione del tipo di infestazione (formiche, scarafaggi, ratti, vespe, processionaria del pino, ecc). 
Per facilitare i cittadini, l'ufficio ha predisposto un modulo di segnalazione.