Pulitura dei fossi di scolo

Entro il 31 agosto di ogni anno, i possessori o i detentori di terreni e giardini devono effettuare la pulitura dei fossi di scolo situati lungo le strade in modo da consentire lo scorrimento delle acque. 
In caso di inadempienza è prevista una sanzione amministrativa che va da un minimo di 75 ad un massimo di 500 euro e contestualmente alla sanzione l'avvio di procedimento per l'effettuazione della ripulitura entro il termine di 30 giorni. In caso di mancata ripulitura del terreno entro tale termine, il Dirigente del Settore Assetto del Territorio e Lavori Pubblici emette l'ordinanza per l’esecuzione della pulitura. Se anche in questo caso non si provvede, è prevista un’ulteriore sanzione amministrativa che va da un minimo di 80 a un massimo di 500 euro e, nei casi di urgenza, l’intervento del Comune a spese dei proprietari. 
Può comunque essere ordinata la ripulitura anche in altri periodo dell'anno, qualora sia ritenuto necessario per motivi igienico-sanitari.

Requisiti:

Possessori o i detentori di terreni e giardini.

Costi/Tariffe:

In caso di mancata pulitura sono previste sanzioni amministrative.