Rischio incendi: prorogato al 25 settembre il divieto assoluto di bruciare residui vegetali

Logo antincendio

La Regione Toscana informa che è prorogato fino al 25 settembre 2020 il divieto, su tutto il territorio regionale, di abbruciamento di residui vegetali e di accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all'interno di aree attrezzate. Anche in questi casi devono comunque essere osservate le prescrizioni del regolamento forestale.

La mancata osservanza delle norme di prevenzione comporta l'applicazione di pesanti sanzioni previste dalle disposizioni in materia, pertanto imprenditori agricoli e privati cittadini sono invitati a tenere comportamenti prudenti nelle attività agricolo-forestali astenendosi da qualsiasi accensione di fuoco.

Dallo scorso anno, inoltre, la Regione Toscana ha reso disponibile il sistema di previsione degli incendi boschivi in grado di offrire Comune per Comune, giorno dopo giorno, il livello di rischio di sviluppo e di propagazione degli incendi nei boschi grazie ad una scala di colori che va dal verde (basso rischio) al rosso (rischio molto alto), come avviene per le allerte meteo. Il bollettino, frutto della collaborazione con il Consorzio LaMMA, è visibile all'indirizzo https://geoportale.lamma.rete.toscana.it/bollettino_incendi/index.html.

Si sottolinea l'importanza di segnalare tempestivamente eventuali focolai al numero verde della Sala operativa regionale 800 425 425 o al 115 dei Vigili del Fuoco.

Approfondimenti alla pagina dedicata sul sito della Regione Toscana.