Musei per l'Alzheimer 2020. Lontani ma vicini

Locandina

In questo periodo di emergenza sanitaria il MuDEV - Museo Diffuso dell’Empolese Valdelsa e i suoi musei hanno lavorato per mantenere vivo il legame con le persone e valorizzare il patrimonio materiale e immateriale della comunità grazie alle molteplici potenzialità che la rete offre: la diffusione dei patrimoni on line, il coinvolgimento dei pubblici attraverso campagne di comunicazione social, contest fotografici on line e la rimodulazione, per il mese di  settembre, anche della seconda edizione di “Ci sono sempre parole. [non]Festival delle narrazioni popolari (e impopolari)” in chiave anti-Covid.

Di pari passo il MuDEV continua a lavorare per portare il proprio patrimonio all’interno delle famiglie e delle Residenze dove vivono persone anziane fragili, trovando una modalità alternativa per connettere le persone con i musei e proseguire così, anche per l’annualità 2020, il progetto Musei e Biblioteche per l’Alzheimer nell’Empolese Valdelsa.

QUALE STRUMENTO

E' stato così progettato e realizzato un Quaderno che sarà pubblicato on line e aggiornato mensilmente dedicato al patrimonio dei musei del MuDEV. Una versione sperimentale del Quaderno ha già permesso ai musei di riprendere l‘attività, sebbene a distanza.
Il Quaderno è stato pensato per rispondere ai seguenti obiettivi:

  • permettere tanto alle persone anziane che vivono all’interno delle RSA che a quelle che vivono in famiglia e a chi se ne prende cura di continuare a sperimentare una relazione con il patrimonio dei musei e delle biblioteche;
  • non disperdere l’esperienza maturata negli anni con il lavoro di rete tra musei, RSA, Centri Diurni e famiglie del territorio;
  • sperimentare nuove strategie comunicative e di relazione tra le istituzioni culturali della comunità e le persone anziane e i loro caregiver;
  •  continuare a mantenere vivo il dibattito sull’inclusione culturale e sociale delle persone anziane fragili che ancora di più, nelle attuali contingenze, sono a rischio di esclusione.

Il quaderno e le indicazioni che sono contenute al suo interno, si pongono anche l’importante obiettivo di proseguire con la formazione dei familiari e dei caregiver professionali nell’ottica di promuovere una comunicazione e una relazione più efficace con le persone con demenza e di potenziare la rete di persone in grado di replicare la metodologia di lavoro sia nelle Case per anziani che a casa.

IL QUADERNO MUSEI PER L’ALZHEIMER: UNA RISORSA ON LINE

I due quaderni sono strutturati come strumenti da scaricare e stampare, ed essere facilmente utilizzati per lavorare a coppie (una persona anziana e chi se ne prende cura) o in piccoli gruppi.
Contengono entrambi:

  • una parte introduttiva che illustra le finalità del lavoro;
  • una sezione con alcune indicazioni metodologiche e di utilizzo;
  • indicazioni per favorire la comunicazione e la conversazione sia attraverso l’opera d’arte che grazie all’utilizzo della poesia per le biblioteche;
  • una sezione dedicata all’opera del museo su cui svolgere l’attività, con un’immagine ad alta risoluzione (per il lavoro sulla poesia si troveranno i testi);
  • l’indicazione di alcune domande per sollecitare e raccogliere le osservazioni, le emozioni, i pensieri, le sensazioni che l’opera comunica.

Sia il Quaderno con le opere dei musei che quello con i testi poetici si arricchiranno ogni mese di un’opera nuova, proveniente dal patrimonio di uno dei musei del MuDEV; e di una nuova poesia, scelta grazie alle indicazioni delle mediatrici culturali delle biblioteche.
Ogni mese verrà organizzato un incontro di restituzione on line al quale parteciperanno gli anziani con i loro caregiver sia dalle strutture del territorio che dalle famiglie.

TEMPISTICHE DEL PROGETTO E ATTUAZIONE

La sperimentazione delle attività è già in atto. Il progetto ha avuto inizio a maggio e si concluderà a dicembre 2020, per un totale di 8 mesi di progetto nei quali:

  • ciascun museo proporrà un’opera su cui lavorare per un totale di 8 opere;
  • ogni mese le attività riguarderanno un'opera d’arte conservata nei musei del MuDEV;
  • ogni mese sarà organizzato un incontro di restituzione on line con tutti coloro che hanno partecipato alle attività per un totale di 8 incontri di restituzione.

Gli incontri on line saranno l’occasione per condividere il risultato del lavoro, (ri)leggere le suggestioni che sono state raccolte sulle opere e le poesie e valutare i punti di forza e le criticità che emergeranno.

COMUNICAZIONE

Oltre agli incontri di restituzione mensile on line, il materiale prodotto sarà raccolto e pubblicato sul sito del MuDEV, sul blog dedicato  e sulle pagine social dei musei e delle biblioteche.

DOVE TROVARE IL QUADERNO E SCOPRIRE IL PROGETTO

Sarà possibile trovare il progetto dell’annualità 2020, consultare e scaricare i Quaderni settimanali:

  • dal sito istituzionale del MuDEV;
  • dal blog dedicato che verrà implementato con una specifica sezione;
  • sul sito del coordinamento Musei Toscani per l’Alzheimer;
  • sul sito del BeGo museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino e sui siti dei musei che prendono parte al progetto.

Sarà inoltre possibile, per le strutture e le famiglie che ne faranno richiesta, avere copia cartacea del quaderno che verrà stampato e consegnato, per permettere anche a chi non ha la possibilità di scaricarlo o di avere facile accesso alla rete, di poter lavorare e sperimentare le attività.

Allegati Size
Quaderno Musei per l'Alzheimer 2.78 MB