Lavori sugli argini e in golena d'Arno

Ruspa a lavoro

Il sogno del sindaco Alessio Spinelli è quello di vedere un giardino in riva all’Arno. Siamo nella zona di Saettino, a Fucecchio, dove giovedì 4 luglio uomini e mezzi del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno sono stati impegnati nella ripulitura e fresatura del terreno arginale. Si tratta di un secondo importante intervento che fa seguito a quello del 2018 quando sulla riva destra dell’Arno, a pochi passi dal vecchio ponte di San Pierino, fu rimossa una foltissima vegetazione spontanea che da decenni cresceva nell’incuria. Oggi quell’impenetrabile barriera di canne e arbusti è soltanto un ricordo e percorrendo a piedi l’argine del fiume è possibile intravedere dall’alto l’acqua che scorre verso il mare. Ma per arrivare all’ambizioso obiettivo del sindaco Alessio Spinelli, quello di vedere questa zona trasformata in una sorta di giardino, occorreranno ancora alcuni anni perché i lavori da fare sul terreno sono tanti.

“Innanzitutto – dice il sindaco – occorre lavorare la terra più volte per estirpare questi arbusti ed evitare che in futuro crescano di nuovo. Si tratta di un lavoro lungo del quale il Genio Civile e la Regione Toscana hanno incaricato il Consorzio di Bonifica Basso Valdarno. Per Fucecchio quella zona in futuro diventerà rilevante perché lungo l’argine passerà uno degli assi di collegamento alla Ciclopista dell’Arno. Si tratta di un progetto molto importante del quale Fucecchio fa parte, insieme ai comuni di Cerreto Guidi, Santa Croce sull’Arno e Castelfranco di Sotto, e per il quale la Regione Toscana ci erogherà un finanziamento di circa 2 milioni di euro. Creeremo così delle piste ciclabili direttamente collegate alla Ciclopista dell’Arno che corre lungo la riva sinistra del fiume”.