Covid-19: aggiornamento al 18 aprile 2021

Infermiere

Dopo tre settimane critiche, con oltre cento casi di positività e un picco di 150, a Fucecchio la situazione dei contagi da Covid si è stabilizzata a poco più di 60 casi. Nell'ultima settimana (11-17 aprile) sono stati 65, dopo i 63 dei sette giorni precedenti. Numeri incoraggianti ma che impongono ancora la massima attenzione.

"Occorre molta prudenza - dice il sindaco Alessio Spinelli - perché si tratta sempre di numeri troppo alti. Torniamo in zona arancione e siamo molto felici per tutte quelle attività che finalmente possono riaprire. Ma invito i cittadini ad atteggiamenti caratterizzati da grande senso di responsabilità perché il tasso di contagio nel nostro comune e nei comuni limitrofi, in particolare in quelli del Comprensorio del Cuoio, è sempre da zona rossa. L'emergenza è tutt'altro che finita, le strutture ospedaliere sono ancora sovraccariche di pazienti in situazioni critiche. Il ritorno alla zona arancione non deve essere vissuto come una sorta di 'liberi tutti'. Dobbiamo fare in modo che la riduzione del contagio prosegua rispettando tutte le disposizioni, soprattutto adesso che le vaccinazioni stanno prendendo un ritmo più incalzante e che possono diventare un fattore di contenimento veramente importante. In Toscana ormai siamo praticamente a un milione di persone che hanno già ricevuto la prima dose. Dobbiamo proseguire tutti insieme su questa strada perché a breve potremmo iniziare a vedere la luce in fondo al tunnel. Come ha dichiarato recentemente anche il presidente Draghi, in questa fase più che le restrizioni e le zone colorate a fare la differenza sarà la responsabilità e il senso civico dei cittadini".

L'amministrazione comunale invita come sempre tutti i cittadini alla massima prudenza e al rispetto delle disposizioni vigenti, a partire dalle tre regole base ovvero utilizzo della mascherina, distanziamento interpersonale e frequente lavaggio delle mani.