Contributi del Governo per riqualificare via Checchi e dintorni

Sopralluogo piazza Montanelli

Se il buongiorno si vede dal mattino, per Fucecchio il 2020 potrebbe essere un anno ricco di novità. La notizia tanto attesa dalla giunta comunale e dal sindaco Spinelli è arrivata proprio alla fine del 2019: il CIPE - Comitato interministeriale per la programmazione economica – nella seduta del 20 dicembre scorso, ha deliberato la concessione 345 mila euro al Comune di Fucecchio per la riqualificazione di via Checchi e di alcuni tratti di strada adiacenti piazza Montanelli.

Con una nota datata 23 dicembre 2019, il Governo ha comunicato che è stata concessa la proroga per l’assunzione delle OGV (Obbligazioni Giuridicamente Vincolanti) di sei mesi, a tutto il 30 giugno 2020, per gli interventi della delibera CIPE 57/2016. In tale seduta sono state accolte le modifiche e riprogrammazioni concernenti il Comune di Fucecchio e la Polizia di Stato. In chiusura di 2019, quindi, il Comitato interministeriale ha affrontato due questioni relativi a istituzioni così diverse tra loro come il Comune di Fucecchio e la Polizia di Stato.  

Di fatto, l’amministrazione guidata da Alessio Spinelli potrà riqualificare un’altra porzione del centro senza spendere soldi dal proprio bilancio ma limitandosi a utilizzare i contributi a fondo perduto del Governo, proprio come avvenne nel 2019 per piazza Montanelli.
Tra l’altro l’amministrazione nel mese di dicembre si era già avvantaggiata realizzando tutte le procedure amministrative necessarie per avviare i lavori, compresi il progetto esecutivo e gli atti di gara per individuare l’impresa appaltatrice.

“Grazie ai funzionari e ai tecnici del Comune che si sono recati più di una volta a Roma presso gli uffici governativi – spiega soddisfatto il sindaco - siamo riusciti ad avere questi fondi per la realizzazione di via Checchi e del completamento di alcune vie adiacenti piazza Montanelli come la parte iniziale di via Nelli, via Donateschi e via Sauro, una piccola porzione di piazza Amendola e via del Giglio. Nello specifico verrà posta in opera una pavimentazione con fasce laterali in pietra di Matraia e la parte centrale con un particolare asfalto che si armonizza col contesto storico grazie a cromature chiare che richiamano le pietre dei centri storici”.

I lavori partiranno già all’inizio del 2020 e avranno una durata di circa 4 mesi, salvo condizioni meteorologiche particolarmente avverse.