Approvato l'accordo tra associazioni degli inquilini e associazioni dei proprietari

Valido strumento di solidarietà per affrontare il disagio abitativo di famiglie in difficoltà economiche presenti nel territorio comunale

foto di gruppo

Con delibera n.14 del 30 gennaio 2019, la Giunta comunale ha preso atto dell'accordo territoriale sottoscritto il 14 dicembre 2018 dalle associazioni degli inquilini (SUNIA, SICET, UNIAT, UNIONE INQUILINI, CONIA) e dei proprietari (APPC, ASPPI, CONFABITARE, CONFAPPI, CONFEDILIZIA, UPPI) e applicabile in tutti i comuni dell’Empolese Valdelsa. 

L'applicazione del canone concordato rappresenta un valido strumento di solidarietà per affrontare il disagio abitativo di famiglie in difficoltà economiche presenti nel territorio comunale.

Tra gli obiettivi vi è anche quello di invogliare i proprietari a immettere gli immobili sfitti sul mercato degli affitti, avviare a soluzione il problema degli sfratti promuovendo la trasformazione dei contratti in corso in nuovi contratti a canoni più sostenibili, ricondurre alla legalità il mercato sommerso e irregolare, migliorare lo stato di manutenzione degli immobili, favorire i contratti ad uso abitativo rispetto a quelli ad uso turistico.