Approvato il progetto esecutivo per l’allargamento della 436 tra San Pierino e San Miniato Basso

Progetto

Nel periodo delle festività natalizie l'attività amministrativa non si è fermata. La Giunta comunale di Fucecchio ha approvato il progetto esecutivo dell’allargamento della Strada Regionale 436 nel tratto compreso tra San Pierino (Fucecchio) e San Miniato Basso (San Miniato), nel pieno rispetto dei tempi previsti (entro il 31/12/2020) dall’accordo di programma sottoscritto con Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze e Comune di San Miniato. Questo consentirà, nel 2021, di espletare la gara d'appalto per individuare la ditta che dovrà realizzare l'opera e dare avvio ai lavori del primo stralcio, per un importo di circa 1 milione e mezzo di euro. Durante i lavori, per velocizzare i tempi, si procederà a completare l'iter burocratico del secondo stralcio, circa 700 mila euro, per proseguire il completamento in modo continuativo.

Il progetto prevede l'allargamento della sede stradale, la realizzazione di una pista ciclo-pedonale protetta, che permetterà ai cosiddetti utenti deboli della strada di percorrere il tratto in sicurezza, e di una rotatoria all'ingresso di viale Marconi, per migliorare la viabilità verso la stazione ferroviaria.
L'opera risulta particolarmente importante in termini di sicurezza e di viabilità in quanto l'attuale carreggiata è del tutto insufficiente per i volumi di traffico di mezzi pesanti e perché priva di spazi laterali per pedoni e ciclisti. Queste criticità hanno portato in passato anche al verificarsi di incidenti stradali gravi e in alcuni casi anche mortali.
L’ampliamento inizierà dalla rotatoria che si trova alla fine del nuovo ponte sull'Arno, nel Comune di Fucecchio, e arriverà all'attuale incrocio con viale Marconi, nel Comune di San Miniato.
Determinante il contributo del Comune di Fucecchio che fin dall'inizio del progetto si è proposto come promotore dell’iniziativa e che poi ha assunto anche il ruolo di stazione appaltante per la Regione. 

“Ci siamo presi impegni e oneri – commenta il sindaco Alessio Spinelli - che in teoria non ci sarebbero spettati ma è talmente forte il bisogno di dare avvio prima possibile a quest'opera che, come amministrazione comunale, ci siamo assunti il ruolo di ente capofila proprio per seguire da vicino l'iter burocratico che porterà all'inizio dei lavori. Sappiamo bene quanto sia urgente realizzare l’ intervento e quanto sia atteso dai cittadini. Si tratta di un asse viario importantissimo che collega l’uscita “San Miniato” della FI-PI-LI ai nostri centri abitati e alle zone industriali del comprensorio del Cuoio e oltre, fino alla Valdinievole. Il progetto che abbiamo approvato deve rappresentare il primo step di una nuova SR 436 che unisca la FI-PI-LI all'autostrada A11 senza più attraversare i piccoli centri abitati, come avviene attualmente ad esempio a Botteghe (Fucecchio) e a Stabbia (Cerreto Guidi)”.

L’obiettivo di migliorare la viabilità per il traffico pesante e per le auto però non è l'unico: nel territorio di Fucecchio la SR 436 è anche la strada che conduce alla stazione ferroviaria Fucecchio/San Miniato e che comprende un importante tratto della Via Francigena. I tanti fruitori della stazione ferroviaria necessitano di un camminamento sicuro che li metta al riparo dal traffico dei mezzi pesanti e per questo, con il progetto appena approvato, verrà realizzata una ciclopista che correrà parallela alla strada ma separata dalle carreggiate.

“Il 2021 – conclude il sindaco Spinelli - vedrà l'inizio di questi importanti lavori con l'auspicio che sia per il territorio, come per tutta Italia, l'anno della ripartenza”.