15 nuovi occhi elettronici per incrementare la sicurezza nella zona delle Cerbaie

Sindaco

Implementare la videosorveglianza, e con essa la sicurezza dei cittadini, nella zona delle Cerbaie.
Un finanziamento di 25.000 euro arriverà dalla Regione Toscana per il progetto presentato dall’amministrazione comunale di Fucecchio e porterà 15 nuovi occhi elettronici in vari punti di accesso al territorio comunale, in particolare nelle frazioni collinari.

Il progetto, il cui costo totale ammonta a 46.500 euro, sarà per i restanti 21.000 euro realizzato con finanziamenti comunali e permetterà di monitorare costantemente tre punti strategici: in via Romana Lucchese - nella zona ex ristorante La Rustica - a Galleno, in via Pesciatina all’intersezione con via delle Cerbaie in direzione Massarella e in piazza Don Ivo Magozzi in località Ferretto. I luoghi dove collocare le nuove telecamere sono stati individuati insieme alle forze dell’ordine per presidiare al meglio i punti strategici del territorio, sulle strade provenienti dalle province limitrofe di Lucca e Pistoia. In ognuna di queste zone saranno installate due telecamere ad alta definizione “giorno e notte”, e tre telecamere di lettura targhe in doppia corsia. Questi strumenti potranno avere utilizzi di vario tipo: per le indagini dei Carabinieri, in particolare nel contrasto allo spaccio di stupefacenti, per le attività di protezione civile ma  anche per combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.
Queste nuove telecamere andranno ad aggiungersi alle 52 già installate in 22 luoghi “sensibili” del territorio di Fucecchio: 16 nel capoluogo e 6 nelle frazioni.

Un progetto, quello portato avanti dal Comune, che risponde alle richieste di sicurezza espresse dai cittadini residenti nelle vicinanze dei boschi delle Cerbaie, in un’azione di prevenzione e contrasto ai fenomeni dello spaccio, della prostituzione, e dei fatti criminosi in generale, e che si pone in un’ottica di continuità rispetto a quanto già realizzato nel territorio comunale. Il nuovo sistema consentirà ala visualizzazione e l’interazione delle informazioni rilevate da parte non soltanto della Polizia Municipale, ma anche da parte dei Carabinieri, sebbene l’intera gestione del sistema avverrà a livello associato dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa nell’ambito della funzione della Polizia Municipale ad esso trasferita.